0 // Peripli. A proposito del blog

cropped-periplo-disegno-inv-zucch.jpg

.

LO SPAZIO DEL BLOG

Il blog, a cura di Giovanni Asmundo, nasce con spirito divulgativo. Esso è articolato in numerose rubriche e in due macrosezioni: Approdi contiene le notizie sul progetto (aggiornamenti, mostre, eventi, letture pubbliche, ecc.), mentre Lungo la rotta raccoglie le storie che desideriamo raccontarvi, in materiali eterogenei e solo apparentemente sciolti, ma che componendosi come un mosaico definiscono una precisa narrazione.

Nel corso dei primi otto anni del progetto, il blog si è arricchito di un’ampia collezione di materiali, organizzati in rubriche dedicate sia a temi specifici che a progetti realizzati o in corso.

Scrittura, fotografia, memoria e rappresentazione sono qui intesi come strumenti di cui desideriamo servirci per interagire con la realtà contemporanea, al fine di costruire occasioni di dialogo. Queste stanze, virtualmente affacciate sul mare, sono così parte integrante e contraltare del nostro agire nel mondo fisico.

//

MANIFESTO DELLA MOSTRA – 2010-2018 (dal sito ufficiale, QUI)

Peripli nasce come una peregrinazione odisseica. Il sostrato della mostra è la ricostruzione di itinerari e di luoghi in un duplice rapporto: spazio/memorie e spazio/rappresentazione dello stesso, in una forte interrelazione tra visualità e parola, in cui la poesia tenta di ricostruire lo spazio e la fotografia di abitarlo. // Topografia del luogo inteso come contenitore di senso e identità, in una trama di relazioni tra persone e loro memoria, corpi e oggetti, paesaggio culturale, storia, mito. Il nostro tentativo è raccontare la stratificazione e conservarne frammenti. // Smarrimento di senso e d’identità dei luoghi, dove il luogo fisico e la persistenza del suo palinsesto sono strettamente connessi con l’identità personale e collettiva. Da qui il desiderio di scrivere poesie individuali e corali, raccolte e da restituire. // Non siamo nostalgici, il nostro interesse è conservare la qualità del passato come materia viva per costruire il futuro. Del nostro passato e dei nostri luoghi come quelli di tutti: Peripli abbraccia il Mediterraneo. // il Cantiere Peripli

//

PRINCIPALI PROGETTI IN CORSO

  • Periplo delle Repubbliche Marinare – o dei porti aperti
    Un viaggio nell’Italia dei porti aperti, nell’epoca di chi li vorrebbe chiusi

    testi e foto di G. Asmundo
    Un progetto di reportage, sotto forma di libro pubblicato sul blog per capitoli, nato dalla trascrizione dei taccuini di un viaggio in corso. L’intento è di restituire una precisa presa di posizione e un’immagine della complessità attuale, in un itinerario con mezzi lenti attraverso l’Italia, narrandone i porti aperti, antichi quanto contemporanei, in un’epoca che li vorrebbe chiusi (il primo capitolo a questo link).
  • Portofranco
    Call permanente per poesie, prose e fotografie

    a cura di G. Asmundo
    La rubrica, dedicata ai temi del dialogo e della democrazia, delle migrazioni e della convivenza, nonché al valore politico della bellezza, è aperta all’invio di contributi sotto forma di poesie, prose, testimonianze e fotografie di quanti saranno interessati. Per istruzioni, si veda il primo articolo “Portofranco 1” (a questo link).
    Apriamo questo spazio alle vostre voci. Tra indignazione, ferma resistenza e dolcezza. Per non smettere di porci quesiti. Per una cultura libera, non politicizzata ma etimologicamente “politica” per il proprio valore edificante per la comunità.
  • Radio Peripli libera
    Un “porto aperto” per la poesia, le idee, le voci, la pluralità

    a cura di G. Asmundo, per contributi esterni
    La rubrica “Portofranco on air” è aperta alle vostre voci (info a questo link). Potrete ascoltare anche il Periplo delle Repubbliche Marinare raccontato a puntate; la rubrica “Rayuela: poesie e prose”; e molto altro. Si vuole favorire il dialogo attraverso le voci di tutti e di ognuno, seguendo l’ispirazione della prima Radio Libera di Danilo Dolci, Franco Alasia e Pino Lombardo e delle successive radio libere.
  • Venti di scirocco
    Rubrica (dal 2019)

    a cura di L. Guidorizzi
    La rubrica è dedicata ai temi del cammino, dell’incontro, dell’identità e dell’aver cura, per una scrittura poetica che sia base di costruzione di un maggior dialogo.

//