56 // Da un pezzetto di carta rosicata


(photo G. Asmundo)
1.
A piedi nudi sino al mare secco.
Quali effetti il maestrale sulla psiche
spazzare via la sabbia di scirocco
ammonticchiata nelle stanze chiuse a sud.
2.
[…] E mi pigliavano certe quiete istanze e urgenze del conoscere, del saziarmi di luoghi e profumi per appartenere; o dello spaziare nostalgico, seppur colpite da una certa qual paralisi non accidiosa ma tinta di qualche consunta stanchezza, muovendomi così con la mente senza dislocazione precisa, quasi ripetendo consuetudini ormai passate, quasi i desideri si dovessero calare nel mio corpo e nel mio dire di un tempo.
(Da un pezzetto di carta rosicata ritrovato in un mio taccuino)
3.
E se ci fosse stata una certa pigrizia, argomento di difficile cognizione ormai, questa sarebbe stata in qualche modo celata ai miei occhi, colpevole semmai di negligenza lieve, perché ignota agli stessi processi mentali che mi conducevano lungo i percorsi più reconditi.
4.
Non saprei dire da dove provenisse, ma vi era una sottile riconoscenza riflessa, come da una superficie specchiante, dallo smarrimento procurato dal vagare per così lungi lidi, al punto che non era possibile ignorarne la necessità.

Annunci