98 // Completata la Grande Controversia di Burri a Gibellina

venezia museo gibellina asmundo

Sarà domani inaugurato, a Gibellina Vecchia, il completamento del Grande Cretto di Alberto Burri. In occasione del trentennale dell’opera e del centenario della nascita dell’artista, sono stati infatti completati i lavori interrotti nel 1989, giungendo a 86.000 metri quadri di cemento colati sul tracciato di ciò che restava del tessuto urbano storico.

Il Cretto di Burri è opera alquanto controversa: assoluto capolavoro internazionale di land art, seppellimento irreversibile di memoria collettiva e lacrime dei superstiti sradicati, monumento de facto alla cementificazione, straordinaria distesa abbacinante nel sole, rappresentazione dell’utopia fallita.

Si solleva una domanda sulla necessità oggi — in una Sicilia/Italia contemporanea caratterizzata da una salvaguardia del patrimonio spesso di facciata — di una compiutezza formale anacronistica del Cretto; e ci chiediamo se una distanza storica non avrebbe forse potuto attenuarne l’inattualità intrinseca, visionaria quanto angosciante.

Il restauro in fase di avviamento cancellerà i segni del tempo, la sedimentazione del Cretto nel paesaggio muto. E l’opera, ormai completata, non è più il non finito che ben si accordava alla sua natura di eclatante espressione di un’epoca.

Photo Giovanni Asmundo: Francesco Venezia, Museo di Gibellina (frammenti del Palazzo Di Lorenzo, spolio da Gibellina Vecchia), 1981-1987, Gibellina Nuova (Valle del Belice, Trapani)

Annunci