355 // Foto tra isole e maestrale. Alcune poesie dai “Lacerti di coro” restituite al mare

.

Propongo oggi una serie di fotografie raccolte seguendo il tempo delle onde, rileggendo il nuovo libro ๐‘ณ๐’‚๐’„๐’†๐’“๐’•๐’Š ๐’…๐’Š ๐’„๐’๐’“๐’ in alcuni luoghi nei quali, anni fa, alcune poesie sono state scritte o concepite e restituendole al mare.

๐‘ณ๐’‚๐’„๐’†๐’“๐’•๐’Š ๐’…๐’Š ๐’„๐’๐’“๐’ รจ ordinabile in ogni libreria, acquistabile online su tutte le piattaforme (es.: IBS/LaFeltrinelli o Amazon) e presente sugli scaffali di alcune librerie indipendenti.

***

**

*

Adesso il libro รจ battezzato anche dal Maestrale di Eolo.

.

***

**

*

Camminando sul โ€œmare seccoโ€ di Tindari, al sapore denso del nรฒstos.

.

***

**

*

E il ritorno ai ciottoli, alle voci care e custodite, al tempo.

.

***

**

*

Tra lโ€™otre dei venti e tempeste sonanti, al ritmo shakespeariano.

(Raccogliendo resti sacri di natura e plastica sparsa).

.

***

**

*

Restituire le poesie a questo profumo aromatico, a questo tempo colore del sole.

.

***

**

*

โ€œLampedusa, 3 ottobre 2013โ€

Tra naufragi e respingimenti, occorre ribadire ogni giorno, con assoluto vigore, la sacralitร  dellโ€™approdo.

.

.

(Articolo, testi e foto di G. Asmundo)