Archivio categoria: Derive urbane

145 // Giovanni Asmundo al Premio Felix 2016 // Cinque poesie estratte

La mia silloge “Stanze d’isola” è vincitrice del “Premio Felix 2016“, Festival virtuale del Libro e delle Culture in Campania! Ringrazio ancora una volta la Giuria, felicissimo di avere ricevuto tale apprezzamento. Nella silloge… Continua a leggere

143 // “Lungo il limite” Architetture e fotografie di frontiera

  Condividiamo un progetto estremamente interessante e valido di viaggio, mappatura e riflessione lungo le alcune frontiere europee, dall’Italia all’Ungheria. Un viaggio attento e un progetto di mostra eccellente tra dismissioni, riusi e la… Continua a leggere

142 // Un periplo adriatico // Parte III. Matera-Grado

(QUI la parte II) Accettura, 10 agosto 2016 In punta di piedi, dicevo, serrato l’uscio tra brume azzurre, caffè strettissimo, senza vocali, all’Underground in piazza del Popolo (quanto tutto questo è così familiare).… Continua a leggere

140 // Festa della Sensa a Venezia. Un periplo lagunare

Dal taccuino. Venezia, festa della Sensa, 28 maggio dell’anno 2017. La marea è alta. Venezia emerge dall’acqua. Sul viso ha un velo bianco fatto di luce, in questo giorno simbolico, pronta allo sposalizio… Continua a leggere

139 // Ebbene, il 23 maggio 2017

Vorrei dire una cosa, per questo 23 maggio a 25 anni dalla strage di Capaci. Altrove l’ho scritto volutamente in anticipo, perché sapevo già che non avrei sopportato la retorica di quel giorno.… Continua a leggere

138 // “Vitàcora de Maya”, 57a Biennale d’Arte di Venezia

 (fotografia di Paola Fornasa) E fu così che, per caso o per destino, mi ritrovai a prestare la voce come lettore in una performance della 57a Biennale d’Arte, sulla barca del bello e… Continua a leggere

137 // Pubblicazione del libro “Trittico d’esordio” a cura di Anna Maria Curci, con poesie di Giovanni Asmundo, Francesco Cagnetta e Vito Santoliquido

Ecco a voi la prima grande novità che avevamo promesso: una breve silloge pubblicata per la prima volta in volume! Non si potrebbero desiderare parole migliori, per queste poesie, della prefazione di Anna… Continua a leggere

Il Promontorio (12) Palermo opera aperta

  Palermo opera aperta Un atto d’amore. Il mio nuovo pezzo, oggi, sul Posto: Il Promontorio (12) Palermo opera aperta Come si può raccontare Palermo, come si può scrivere Palermo, come si può anche solo… Continua a leggere

133 // Palermo Capitale italiana della Cultura 2018

Palermo, città d’accoglienza e convivenza, sarà Capitale italiana della cultura per il 2018. A nostro parere è un segnale altamente significativo dal punto di vista simbolico, in virtù di una multiculturalità che non si esaurisce nella… Continua a leggere

130 // Obiettivo viaggiare 2. Corso di fotografia di Daniele D’Antoni

A tutti gli appassionati e con preghiera di diffusione: sono aperte le iscrizioni al nuovo corso di fotografia diretto da Daniele D’Antoni. OBIETTIVO VIAGGIARE SECONDO CORSO DI FOTOGRAFIA GENNAIO-MARZO 2017 l “Centro Turistico Studentesco e… Continua a leggere

122 // Foto di Peripli a “La città silente e i luoghi del silenzio”, Milano

Dopo l’evento del 27 giugno (QUI), troverete le due foto di Peripli selezionate anche nell’istallazione video della mostra “La città silente e i luoghi del silenzio”, con inaugurazione il 2 ottobre 2016 presso lo spazio… Continua a leggere

121 // “Di tracce, di acque e di ninfee” Festival dell’arte e della poesia, 10 settembre, Venezia Mestre

  (click to enlarge) Siamo lieti di invitarvi a DI TRACCE, DI ACQUE E DI NINFEE Festival dell’arte e della poesia 10 settembre 2016 h. 15.00 // Di tracce, di acque e di… Continua a leggere

115 // “Il Promontorio”, nuova rubrica su “Un Posto di vacanza”

  Annuncio con gioia che da oggi collaborarerò con “Un Posto di vacanza,” meraviglioso spazio poetico curato da Alba Gnazi e Patrizia Sardisco, che ringrazio ancora, intrecciando e contaminando visioni. Qui potete leggere come sia… Continua a leggere

113 // Pikionis. Da una pietra all’Acropoli

Riportiamo un estratto da uno scritto che amiamo, Topografia estetica di Dimitris Pikionis (1935). «Ma più di tutto mi piace guardare oggi, nella luce di questa calma invernale, lo spettacolo del suolo. Rocce forgiate da… Continua a leggere